Effetti di Lettura

8.99

Titolo: Effetti di Lettura

Autori: Federico Batin, Giulia Toti, Marco Bartolucci

Editore: Theleme Research

Formato disponibile: formato digitale PDF

Isbn:978-88-942841-3-3

Anno: 2017

I pdf sono protetti da watermark, i dati relativi all’ordine vengono impressi sul file in download.

Categoria:

Descrizione

1. Effetti di lettura

1.1 Leggere per vivere

Oggi, con i dati di cui disponiamo, è possibile stabilire, senza forzature, una stretta correlazione tra lettura dei libri e incremento della qualità della vita e del benessere complessivo delle persone e delle comunità. Nelle aree (o nelle persone) presso le quali la lettura dei libri è maggiormente praticata è più diffusa anche la lettura di giornali, si va più spesso al cinema o a teatro, si ascolta più musica, si frequentano di più i musei. In tali condizioni si riscontra un tasso di reddito più elevato, una società più coesa, maggiori capacità di innovazione e sviluppo, un incremento di attenzione alla legalità, una diminuzione della criminalità, della corruzione nonché della discriminazione nei confronti delle donne. I benefici apportati dalla lettura sono diversi e numerosi: la lettura è un “antidoto” alla manipolazione narrativa altrui (della pubblicità, della politica) è una difesa dal “pensiero unico” (che costituisce il “seme” del pregiudizio), è uno strumento di costruzione e ricostruzione del Sé, e della propria vita, incrementa le competenze utili alla gestione del proprio futuro, potenzia le capacità di comprensione di se stessi e degli altri, rinforza la capacità di immaginazione.

La lettura viene solitamente incontrata nella primissima infanzia, nella relazione di cura e di prossimità (anche fisica) con un adulto significativo ed è dunque un’esperienza strettamente correlata con la motivazione e le competenze in questo campo delle figure genitoriali. Le prime esperienze “pubbliche” sono quelle vissute nella scuola dell’infanzia dove rivestono un ruolo fondamentale in quanto possono contribuire a moderare l’effetto di vantaggio o svantaggio costituito dalle differenti provenienze familiari: “offrire opportunità di lettura e racconto, nei primissimi percorsi di istruzione e cura, significa esercitare un’azione di democrazia, non farlo significa essere coscienti che si perpetueranno degli svantaggi” (Batini, 2011, pp. 20-21). Alcune ricerche mostrano come la quantità di tempo dedicata alla lettura nel contesto scolastico accresca il rendimento relativamente alle capacità di lettura e all’acquisizione di nuovi vocaboli (Anderson, Wilson & Fieding, 1988; Cunningham & Stanovich, 1998).

Indice:

1. Effetti di Lettura

1.1 Leggere per vivere

1.2 La lettura in Italia

2. Gli effetti della lettura

2.1 Pensiero narrativo e pensiero paradigmatico

2.2 Le storie e la strutturazione del sé

2.3 L’orientamento narrativo e i processi autobiografici

2.4 Le storie, i pregiudizi e il cambiamento di opinione

2.5 Lettura e empatia

3. Cosa accade nel nostro cervello mentre leggiamo?

3.1 Correlati neutrali e connettività neurale nella lettura

3.2 Teorie della mente e modelli di situazione: leggere è un allenamento all’azione?

3.3 Lettura e neuroni a specchio

3.4 Lettura e anziani

Bibliografia

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.